PERCORSO: HOME -- Opera
Associazione Romània Quirites - Torna alla home page
 
 
 

- Home

 
- Associazione
 
- Opera
 
- Formazione

. Orientamento Generale 

 Formazione Introduttiva

 Formazione Propedeutica

 

 
- Servizi

.-Studium
 

-Saturnia Regna

 

- Quaderni  

- Victrix Edizioni

 

 
 Tesseramenti
 
Iscrizione al Sito
 
Contatti

 

 
   
   
   
   
   
   
   
 
 

 

L'Opera 

Nel compiere la sua esistenza, secondo la sua natura geniale specifica, l’uomo romano rende immanente il Regno di Dio, nel compimento di questo atto si risolve il suo essere religioso e, ad un tempo, il suo essere morale. Seguendo fedelmente la condotta conforme al suo ufficio, l’animo romano-italiano realizza la sua natura e consegue il suo sommo bene. Il vincolo divino di giustizia necessaria, che lega l’animo determinato all’Animo Universale Supremo, deve essere osservato, immancabilmente, ciò garantisce la statuizione della Pax, l’unione ferma dell’animo dell’uomo nell’Identità Divina, nel Dio, e stabilisce la presenza dell’Essere Supremo, con la sua quiete specifica, nel cuore del soggetto immanente. Nella Quiete Divina è posato grave l’animo religioso romano-italiano, fondando su di essa conduce ogni suo ufficio in vista dell'attuazione del Sommo Bene comune, la Salute Pubblica.’ (dal nuovo Documento Istituzionale dell'ARQ)

 Un’opera religiosa adeguata si occupa in primis di formare uomini religiosi, l'opera dell’Associazione Romània Qvirites, che ha un preciso carattere preparatorio preliminare, è rigorosamente orientata nel senso della formazione religiosa dell’uomo, nel tempo della grande confusione e della completa sovversione del senso e dell’indirizzo delle istituzioni civili e della cultura religiosa.

Un’opera religiosa così orientata, se vuole essere efficace, deve partire dall’esatta valutazione della situazione attuale dell’umanità e specialmente del singolo uomo, deve perciò mostrare chiaramente lo stato ontologico e spirituale che prevale nella moltitudine degli uomini, affinché le anime che gli Dei vorranno favorire possano determinare la volontà di convertire la loro esistenza. La prassi formativa dovrà innescare un processo che permette di risolvere l’ateismo, l’empietà, la malia e la malignità radicale che l’uomo attuale patisce, attraverso un processo di autoconoscenza e un recupero dell’animo al suo stato religioso, uno stato “normale”, il solo stato che possa essere considerato buono e giusto.

La prassi formativa dell'animo religioso è ormai codificata da millenni, attraverso di essa si produce “la conversione” religiosa dell’animo afflitto da una profonda deviazione in senso antireligioso, fino al raggiungimento dell’animo pio, che così può collocarsi nel suo giusto ruolo, per svolgere il suo proprio ufficio nel contesto del Governo Divino Universale, un animo religioso che può incamminarsi con opportuna regolarità sulla via olimpica dei Padri, fino alla sua completa divinizzazione.

Lo svolgimento di un’opera di questo genere, nel tempo attuale, è difficile e onerosa, oltre al fatto di essere soggetta a diverse avversioni provenienti da varie fonti. L’ateismo diffuso crea confusione, ma anche tutte le iniziative pseudoreligiose, dal carattere ingannevole e illusorio, sviano coloro che sono impreparati a discernere ciò che è regolare e conforme alla tradizione autorevole per distinguerlo da ciò che invece ne costituisce una parodia.

L’azione che svolge l’Associazione Romània Qvirites procede per gradi, inizialmente fornisce alla persona le tracce religiose necessarie per riconvertire la coscienza dell’uomo postmoderno, imbrigliata nella rete illusoria del nichilismo dissolutivo, alla visione religiosa tradizionale. L’individuo nichilistico radicale attuale sperimenta ogni giorno l'effetto distruttivo di ogni struttura o principio ontologico della sua identità che la vita profana produce. Immerso nella società controtradizionale, completamente ordinato ai suoi fini, l'individuo comune compie azioni dal carattere sempre più disintegrativo nei confronti della sua personalità e della sua condotta. Per richiamare a se stesso, al suo animo, l’uomo così alterato, occorre che la formazione dia adito ad un’effettiva conversione di tutto l'uomo all’Essere, al Sovrannaturale, al Divino, secondo le sue possibilità attuali. È perciò necessario fornire inizialmente un viatico che sia vicino all’uomo di oggi, alla sua esperienza esistenziale, e perciò essere sentito come prossimo alla propria situazione esistenziale, in modo da recuperare progressivamente una visione metafisico-religiosa tradizionale, in particolare, per quanto riguarda la specifica formazione posta in atto della A.R.Q., una visione religiosa tradizionale romano-italiana e la comprensione della misura dell’uomo religioso perfetto, secondo il paradigma romano-italiano.

Il complesso dell’organizzazione religiosa di cui l'ARQ è espressione, sorge per favorire, in modo effettivo, il superamento della condizione atea e nichilistica dell’ultimo uomo, in particolare per recuperare l’uomo italiano alla sua condizione religiosa normale originale. Una parte fondamentale del recupero riguarda la purificazione da ogni ateismo, empietà e profanità, non solo nell’animo, ma nell’intera condotta di vita. La critica di tutti gli enti che forniscono indirizzi inadeguati per il recupero della dignità e dello statuto religioso dell’uomo italiano, siano enti dal carattere filosofico, scientifico, psicologico, ma anche di tipo spiritualistico o tradizionalistico, deve essere svolta secondo un criterio di giudizio religioso autorevole valido, al fine di individuarne gli elementi controtradizionali e quindi formare una retta coscienza religiosa fin dal principio, base del recupero dell’uomo al suo bene. Le limitazioni di tipo umanistico, razionalistico o cosmologistico del reale, del mondo e dell'uomo, presenti nelle varie "dottrine" non tradizionali, devono essere precisamente evidenziate, affinché l’animo dell'uomo recuperi un’adeguata visione metafisica religiosa e tradizionale. In particolare, tutto ciò deve favorire la costituzione di una coscienza religiosa romano-italiana, conforme alla Sapienza Divina dei Maggiori, consegnata nei millenni attraverso la tradizione autorevole. Solo in tal modo una vita religiosa, la solo che può essere considerata buona e giusta, potrà essere posta in atto regolarmente, con la possibilità di perseguire il Sommo Bene Pubblico e Privato.

 

 





Associazione Romania Quirites C.so Garibaldi 120 47100 Forlì          tel. e fax 0543 35922        mail: info@arqreligioneromana.it
Segreteria:   Martedì ore 17.00 - 18.30 
provider: eTecna  Datacenter su cui è ospitato il sito: Bluesoft (Monza) (bluesoft.it)
Aggiornamento del sito a cura di: M. Mastri

 gestione